Il significato della nostra struttura

significato_struttura

La Scuola di Sermoneta – Business School , immersa nella campagna pontina, è situata in un borgo contadino nei luoghi che un tempo erano utilizzati come stalla. Il restauro di quegli spazi, che ha portato alla creazione di un ambiente non convenzionale, è stato realizzato nell’intento di salvaguardare la struttura originale interpretando l’accoglienza come metodo di sviluppo del business nel rispetto della tradizione.

La Scuola è infatti il luogo in cui prendersi cura delle persone e il centro attorno al quale si svolge la nostra attività lavorativa e di pensiero, così come in passato quel luogo rappresentava l’anima della vita del borgo contadino.

Gli Ambienti

gli_ambienti

Oltre che in casa del cliente

La Scuola di Sermoneta – Business School rappresenta la soluzione ideale per eventi aziendali esclusivi quali sessioni di formazione manageriale, meeting, riunioni di lavoro, outdoor training, team building, team work, incentive. Dispone di spazi attrezzati ed eleganti, dotati di impianti wi-fi per connessioni internet e di supporti didattici per le attività di formazione. La location può essere ceduta in uso per iniziative autonome della committenza.

Le aule

La Scuola ha una superfice di circa 500mq. articolati su due livelli. Al piano terra (ca. 400mq.) un’ampia sala meeting utilizzabile per formazione o per convention per 90 ospiti. In questa zona un ampio camino circolare per momenti di aggregazione di gruppo. Tre aule da 15mq. a 40mq. per lavori di gruppo.

Outdoor

La Scuola ha preservato l’antica struttura e organizzazione contadina esterna. Sono disponibili oltre gli ampi spazi verdi per le attività outdoor, la vecchia aia rustica, il fienile e la cantina per coffee break e lunch.

Dintorni

Sermoneta

Splendido borgo medievale le cui origini risalgono probabilmente all’epoca preromana. Dal XIII secolo fu sede della Signoria della famiglia Caetani il cui esponente più illustre fu Papa Bonifacio VIII.

Sermoneta ha conservato e preservato intatto il proprio patrimonio storico, artistico e culturale, il cui simbolo è dato dall’imponente castello costruito a partire dall’XI secolo e successivamente ampliato dalla famiglia Caetani.

Giardino di Ninfa

Dal 2000 è monumento naturale della Repubblica Italiana. Ospita esemplari di flora provenienti da tutto il mondo, modellati secondo i principi del cosiddetto giardino all’inglese. Sorge sulle rovine di un’antica città medievale i cui resti creano una suggestiva cornice con gli arbusti che li circondano in un’unione unica al mondo.

Abbazia di Valvisciolo

E’ uno dei massimi esempi dello stile romanico – cistercense, fondata nell’ VIII secolo da monaci greci, successivamente (XIII secolo) occupata e restaurata dai Templari e gestita definitivamente dai Cistercensi a partire dal XIV secolo.